Omid Asadi, quando l’umanità perfeziona la natura

Omid-asadi-08_angel-

Gli esseri umani hanno un talento peculiare: possono assistere Madre Natura nelle sue opere creative, abbellendo il paesaggio. Nessun’altra specie di questo pianeta può fare e disfare quanto la nostra. Così ci sono i disastri ambientali, ma c’è anche un genio dell’upcycling artistico come Omid Asadi.

 1407844907511_wps_14_PIC_SHOWS_This_is_the_unbOmid Asadi è un artista iraniano di 35 anni che risiede a Manchester. Il suo magnifico talento è quello di riuscire a scolpire delle immagini incredibilmente dettagliate e precise su foglie secche utilizzando un coltello, una lente di ingrandimento e un ago. A partire dalla forma, struttura e colorazione delle foglie che sceglie girando per le strade e i parchi della sua città, riproduce nelle fragili sagome i tratti caratteristici di celebrità iconiche come Che Guevara, John Lennon e Jimi Hendrix, scene di vita dell’Inghilterra vittoriana e contemporanea, opere d’arte, animali, visioni favolistiche e archetipiche, ecc.Omid-Asadi-feuille-arbre_1

Il risultato, come potete vedere, è un salto di qualità rispetto alla natura: sulla combinazione di estetica e funzionalità del mondo naturale, Asadi innesta canoni di bellezza generati dalla prospettiva umana che donano una seconda vita ad oggetti che altrimenti sarebbero avviati alla disintegrazione e riassorbimento nel ciclo naturale.

Da bambino disegnava con un ago sui petali di rosa e sulle foglie e così, da autodidatta, ispirato anche da una mostra d’arte in cui le opere erano di questo genere, ma realizzate su carta, è passatto dal dilettantismo al professionismo.

Ora espone anche a Londra e a Milano e alcune sue opere sono state messe all’asta per finanziare un progetto di potabilizzazione dell’acqua in Tanzania.

intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-15Omid trascorre almeno tre ore al giorno ad esercitarsi con l’aiuto di sua moglie ed ogni foglia richiede da uno, due giorni a un mese. Un errore può distruggere molte ore di lavoro. Al termine della fase di creazione, incolla la foglia a un foglio di carta con della colla da legno. Non usa altro.Omid-Asadi-feuille-arbre_2

Sostiene che molte persone vedono solo la bellezza della sua arte, ma lui sta cercando di raccontare una storia in ogni foglia, anche per ricordarci che molte delle cose che guardiamo ogni giorno, non le vediamo veramente, perché non dedichiamo la necessaria attenzione.

 

Ipse dixit

Chiunque può amare una rosa, ma ci vuole molto di più per amare una foglia. Amare la bellezza è comune. Quel che è davvero bello è amare ciò che è ordinario.

Nessuno bada alle foglie. Forse è per via del loro nome. Se fossero fiori ci guarderemmo dal calpestarle.

intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-11Ho voluto dare alle foglie un’altra opportunità, una seconda vita, farne arte.

Cerco sempre di creare dei messaggi, non solo arte. Alcuni di questi messaggi o idee provengono dalla mia visione del mondo, poesie, storie, dai problemi globali e dalla filosofia. Prendo ispirazione anche dalle opere di altri artisti e designer.

Faccio molta attenzione alle belle foglie cadute. Improvvisamente, ho iniziato a vederle, non semplicemente a guardarle.

Credo che guardiamo molte cose nella nostra vita di tutti i giorni, ma non le vediamo. Ad esempio, le mele erano cadute dagli alberi per migliaia di anni, ma solo Isaac Newton le ha veramente viste cadere e, grazie a lui, le nostre vite sono cambiate per sempre.

Non è come tagliare la carta, perché ogni parte ha bisogno di una certa pressione nel taglio. Se faccio un errore, posso distruggo magari anche centinaia di ore di lavoro.intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-16

Per me queste foglie rappresentano la nostra vita, che è troppo breve. Sto cercando di dar loro un’altra vita.

Ho ricevuto un sacco di feedback positivi da parte del pubblico e dei media, e sono contento che i miei lavori piacciano e facciano star bene le persone. Questo dimostra che ci sono modi di creare la bellezza e l’amore e rendere questo mondo migliore per tutta l’umanità e le altre creature, invece di soffrire per via delle guerre, conflitti, malattie, fame, odio, ecc.

Sono contento di indurre le persone a guardare in modo diverso le foglie, perché così possono espandere la loro prospettiva anche su altre cose e vedere la bellezza dove di solito non la scorgono.

L’arte per me è un modo di guardare diversamente ciò che mi circonda.

intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-2

Potete seguirlo sui social network (facebook; twitter) o visitare i suoi siti (artweb; tumblr)

Omid-Asadi-feuille-arbre_17

Omid Asadi e David Foster Wallace

Ogni cosa, nella mia esperienza immediata, conferma la mia profonda convinzione che sono io il centro assoluto dell’universo, la persona più reale, vivida e importante che esista. Raramente parliamo di questa sorta di egocentrismo naturale, di base, perché ispira una forte repulsione sociale, ma in fondo lo stesso vale per ognuno di noi. È la nostra configurazione standard, quella che ci ritroviamo installata nei nostri circuiti a partire dalla nascita. Pensateci: nessuna delle esperienze che avete vissuto era incentrata su qualcuno che non foste voi stessi. Il mondo di cui fate l’esperienza è proprio di fronte a voi, o dietro di voi, o alla vostra sinistra, o alla vostra destra, sul vostro teleschermo, sul vostro monitor, o quel che è. I pensieri e i sentimenti degli altri vi devono essere comunicati in qualche modo, ma i vostri sono così immediati, urgenti, reali – ci siamo capiti…

Non è una questione di virtù – è una questione di scegliere se impegnarmi a modificare o a liberarmi dalla mia conformazione standard, naturale, impiantata nei circuiti, che consiste nell’essere profondamente e letteralmente incentrato su di me, nell’osservare ed interpretare ogni cosa attraverso questa lente del sé. […]. Se imparate davvero come pensare, a cosa prestare attenzione, scoprirete che ci sono altre opzioni. Avrete il potere di vivere una situazione affollata, rumorosa, lenta, da inferno del consumatore, non soltanto come dotata di significato, ma anche sacra, animata dalla stessa forza che accende le stelle – compassione, amore, l’unità profonda di tutte le cose.

Questa è l’acqua”, 2009

intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-13

intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-8intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-1intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-9intricate-leaf-cuttings-omid-asadi-14

 

Advertisements

Leave a Reply - Cosa ne pensa?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s