DE.sign al MAXXI di Roma

10845969_773634909374423_1949984849268268648_nTra il 17 dicembre 2014 e l’8 gennaio 2015, Daniela Cavasin e Enrica Zanini (DE.sign – Treviso) che hanno partecipato al mercatino di Natale di Franzmagazine e che ci piacciono davvero molto, saranno al MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma, per il DAB – Design per Artshop e Bookshop, giunto alla sua quinta edizione.

Il MAXXI è un’istituzione ancora relativamente poco nota in Italia e una struttura non del tutto organicamente assimilata nell’orizzonte urbano degli stessi abitanti di Roma, molti dei quali non hanno capito cosa ci faccia un’architettura che, a detta dello stesso direttore artistico di origine cinese, Hou Hanru, rappresenta un classico esempio di design neoliberista che merita una rilettura critica: un unico standard ideato dalla famosa/famigerata Zaha Hadid, che può essere indifferentemente  destinato ad ospitare un museo, una galleria d’arte, un cinema, un teatro, un ospedale, uno stadio o dei grandi magazzini e che, invece di esaltare le opere esposte, tende ad eclissarle. Insomma, una sfida continua (Rome’s Maxxi art museum aims to build creativity out of crisis, Guardian, 19 dicembre 2014; 10 domande a Hou Hanru, direttore artistico del MAXXI di Roma, Wired, 24 ottobre 2014).

10859454_10152929690140859_1546877242_nLa visione di Hanru circa il futuro del MAXXI è ambiziosa ma anche convincente: pensa a una piattaforma artistica idonea alla capitale di una nazione giovane, di frontiera, che si inoltra nel Mediterraneo ma anche nel resto del mondo (attraverso i suoi migranti: quelli in uscita e quelli in ingresso) – un paese eternamente in transizione e una capitale che vuole dare ai suoi abitanti la possibilità di consumare arte che non appartenga solo al passato.

Il capitalismo neoliberista ha mostrato i limiti della speculazione. Io non sono contro il mercato ma c’è una crisi profonda, con l’assordante e mortificante strapotere della mercificazione e della spettacolarizzazione della produzione artistica e culturale.

Hou Hanru, Hou Hanru: «Per 4 anni il mio Maxxi sarà un vulcano pronto a esplodere», Corriere della Sera, 30 agosto 2013

10423805_779179438819970_2356941649155931007_n10430834_779178765486704_6816667139599171823_n10501586_774226625981918_5314986369052465983_n10502088_774223535982227_1745811730902810291_n10665374_779178828820031_2400747859500765859_n10847770_779176708820243_7613912415854015277_n10857862_779179485486632_5917418830485214805_n

  • 10735707_10152929689945859_511361151_n10846632_10152929696125859_1297985561_n10850550_10152929693320859_2089719014_n10877366_10152929695890859_414772401_n10877581_10152929693380859_30478094_n10877748_10152929699130859_1352216220_nphoto

Queste immagini sono tratte dalla pagina Facebook di DE.sign

DAB – Design per Artshop e Bookshop al MAXXI on Pinterest (nostro board)

Advertisements

Leave a Reply - Cosa ne pensa?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s