Un’artigiana per mio figlio? Non sia mai! Meglio una spogliarellista!

coverSuocera: “Elisabeth…”

Figlio: “Posso immaginarlo”, la interruppi.

Suocera: “No, non puoi immaginarlo”, insistette mia madre, “indovina cosa è diventata?”

Figlio: “Una ballerina?” chiesi io.

Mia madre scosse seria il capo. Poi con un tono di voce triste, quasi lugubre, disse: “No, un’artigiana. Sai cosa significa? Disegna – forse intaglia addirittura – assurde collane e anelli, cose moderne, sai, tutte spigoli, e fermagli di legno di pino. Credo sia anche capace di intrecciare tappeti di paglia…Una volta poi, senza chiedermi il permesso, ha portato qui un’amica….Una donnaccia, coi capelli corti!”

Figlio: “È così tremendo?” chiesi io.

Madre: “Ancora peggio che tremendo, ragazzo! Quando con della chincaglieria priva di valore si fanno cose che sembrano di valore! Dove porta tutto ciò? Gli africani si adornano con le conchiglie, ma è diverso. Se si vuole barare – bene. Ma queste persone traggono profitto dalle frottole, ragazzo! Lo capisci? Nessuno potrà convincermi che il cotone è lino e che si possono fare corone d’alloro con le pigne”.

Figlio: “Avresti preferito una ballerina?”

Madre: “Certo, ragazzo! Non desidero una ballerina come figlia, ma una ballerina almeno è onesta. I costumi discinti sono una cosa evidente. Non c’è imbroglio, non c’è inganno. Per quanto mi riguarda uno come te può avere una relazione con una ballerina. Ma l’artigianato artistico vuole essere sposato”.

Da  “La Cripta dei Cappuccini”, di Joseph Roth

L’ambientazione è la Vienna del periodo tra le due guerre mondiali. 

La madre rappresenta il vecchio ordine imperiale che sta scomparendo, la moglie il nuovo ordine che sta subentrando. Come sempre, il vecchio si considera autentico e vede nel nuovo una falsificazione, un inganno, una trappola.

La madre non ha però tutti i torti. Come il vecchio, anche il nuovo non è migliore, più vero, più bello a prescindere. L’impostura, la “chincaglieria priva di valore”, purtroppo esiste.
Speriamo di essere sempre in grado di separare il grano dal loglio.

Advertisements

Leave a Reply - Cosa ne pensa?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s